Alessia Roberta Scopece

*

Nata nel 1982, consegue nel 2005 la laurea in Scienze della Comunicazione e successivamente quella in Archeologia. Attualmente è iscritta al corso di laurea magistrale in Filosofia presso l'Università di Tor Vergata. Giornalista, saggista nonché artista diplomatasi in Fumetto e colorazione digitale, è impegnata anche come fondatrice e presidente di un'associazione in attività che promuovono stili di vita etici e sostenibili e nella diffusione di un pensiero critico riguardo alla questione dei diritti umani e animali e di una nuova etica nel rapporto uomo-animale, soprattutto in campo cristiano-cattolico e fra i comuni cittadini. La sua ricerca riguarda però anche l'ambito della comunicazione e quello storico-sociale. Ad oggi ha pubblicato due saggi: Demiurgo pubblicità. La potenza creatrice della comunicazione pubblicitaria (Il Castello, Foggia 2013, prefazione di Vanni Codeluppi) e L'impero globale. Transizione tardoantica e crisi postcontemporanea (Arkadia, Cagliari 2018). Nel 2016 ha pubblicato Un invito, poi un viaggio. Diario, appunti, disegni di una settimana in Terra Santa, graphic reportage da Palestina e Israele, con prefazione di S.E. Mons. Nunzio Galantino (Il Castello, Foggia 2016). Della stessa esperienza è stata voce narrante per TV2000. Dal 2004 collabora con i progetti della rete SPRAR di Ministero dell'Interno, ANCI e UNHCR e dal 2014 è referente progettuale per il Comune di Cerignola (FG), conoscendo da vicino la realtà dell'immigrazione e della necessità di una cultura del dialogo e dell'integrazione reale a tutti i livelli.