Riconoscimento di esami e crediti

Desidero che mi siano riconosciuti degli studi universitari che ho compiuto precedentemente. Che cosa devo fare?
Nel caso si tratta di studi regolarmente terminati, allega alla apposita domanda che depositi in segreteria un certificato da cui risulti esattamente quali corsi hai compiuto e quale carico orario di frequenza essi comportavano (indicato in «crediti» o in altro modo). Nel caso di esami del vecchio ordinamento italiano, tale informazione è già nota e non deve quindi essere specificata esplicitamente. Tale carico può essere anche dichiarato di propria mano e attestato da relative fotocopie dell'ordinamento degli studi. È opportuno che consulti il regolamento completo.
Posseggo già un titolo accademico. Quanti crediti mi saranno riconosciuti per una laurea in filosofia?
In linea generale, ti saranno riconosciuti tutti i crediti conseguiti in discipline facenti parte effettivamente del piano di studio del corso di laurea in filosofia, fino al massimo indicato per ciascun ambito disciplinare (per esempio: non più di 10 crediti per le discipline storiche, non più di 5 per le discipline scientifiche, e così via). In più, ti saranno riconosciuti tutti i 40 crediti complessivi delle attività a scelta dello studente e altre.
Sono più di otto anni che non sostengo esami, oppure ho effettuato una rinuncia agli studi. Posso chiedere il riconoscimento degli esami sostenuti in passato?
Sì. Il Regolamento didattico d'Ateneo (art. 9, comma 4) consente questa possibilità ed è sufficiente quindi presentare una richiesta di riammissione in Segreteria, assieme alla documentazione necessaria. In pratica, tutti i tuoi esami verranno valutati esattamente come negli altri casi. La tassa da pagare è tuttavia abbastanza elevata e l'effettiva utilità va quindi attentamente valutata.
In che modo avverrà il riconoscimento di studi fatti altrove (in altro corso di laurea o in altra Università)?
Ti sarà indicato il numero di crediti (normalmente in multipli di 5) riconosciuti nelle varie discipline. Nel piano di studio potrai usare questi crediti nelle apposite sezioni del modulo, compilando poi normalmente il resto fino a raggiungere i crediti richiesti.
I crediti che mi vengono riconosciuti mantengono lo stesso voto dell'esame corrispondente?
Il voto viene mantenuto a meno che i crediti riconosciuti risultino dall'accorpamento di più esami. In tal caso (abbastanza frequente) i crediti restano senza indicazione di voto (e non avranno quindi influenza nel calcolo finale della media).
Posseggo un'abilitazione all'insegnamento. È valutabile in termini di crediti universitari?
In linea di principio no, a meno che il Consiglio di corso di laurea non deliberi diversamente.
Quali attività didattiche svolte in sede non accademica vengono normalmente riconosciute?
Diplomi linguistici, informatici e attività omologabili a stages e tirocini, secondo i limiti specificati alla pagina sul Riconoscimento di crediti.
Come posso conoscere l'esito della mia domanda di riconoscimento crediti?
Consultando la pagina delle Pratiche studenti. Se la pratica ancora non compare significa che essa non è stata ancora trasmessa dalla Segreteria o non è stata ancora istruita: sarebbe dunque inutile chiedere informazioni in proposito ai docenti.
Dopo aver visto l'esito della mia domanda di riconoscimento crediti e averla confrontata con quella di miei colleghi / con le norme pubblicate su questo sito / con ciò che fanno altre Università / con ciò che ho sentito dire, ritengo che si dovevano riconoscere ancora altri crediti. Posso avere un colloquio in modo da avere spiegazioni, ricontrollare tutto esame per esame, e ottenere un riconoscimento migliore?
No. Se credi che ci siano stati errori materiali, scrivi una richiesta ufficiale indirizzata al Consiglio di corso di laurea, spiegando nel dettaglio quale sia secondo te l'errore, e lasciala nella cassetta postale del Presidente o del Vicepresidente.